My boring Blog

Home page di Mauro Frigerio
it en

Brave il browser del 2020

03-06-2020 Tempo di lettura 2 minuti article

Quanto può essere fastidioso leggere un sito ed essere confrontato con tante (troppe) pubblicità? Molti siti sono estremamente pieni di pubblicità che potrebbero fare avere delle crisi epilettiche anche a chi non ne soffre. Da molto uso Firefox e Chrome con un Adblocker per bloccare tutto quello che rallenta il computer. Si perchè su macchine poco performanti tutte queste reclame rallentano pesantemente le prestazioni e navigare in internet e fare qualcos’altro diventa un calvario.

Da un anno ho iniziato a pianificare l’indipendenza dai big del IT per riappropriarmi dei miei dati e della privacy. Sulla lista ci sono varie applicazioni da sostituire, tra le quali anche il browser. Chrome era la mia prima scelta per la navigazione di tutti i giorni.

Durante le ricerche sulle varie alternative ho scoperto due possibili alternative: Vivaldi e Brave. Entrambi sono fantastici perchè hanno la privacy nel codice. Io ho scelto Brave per i seguenti motivi:

  • Adblocker integrato
  • Basato su Chrome
  • Estensioni di Chrome utilizzabili senza problemi (comodo per Bitwarden)
  • Ricompensa con BAT per pubblicità

Prima ho detto che sono un po’ annoiato dalla montagna di pubblicità presente su alcuni siti. Capisco che spesso é l’unico finanziamento, però ogni tanto è troppo. Brave ha un sistema opzionale per visualizzare delle pubblicità che non annoiano e in particolare non ti tracciano. Inoltre questo sistema paga chi guarda le reclame con dei BAT (Base Attention Tocken) che poi possono essere devoluti a chi merita.

Brave ha appena festeggiato i 15 milioni di utenti attivi al mese.

Io lo uso su tutti i miei computer e anche sul telefono. In quasi un anno di utilizzo sono molto soddisfatto di questa scelta. Mi manca solo la possibilità di condividere tra i vari computer i tab aperti. Ma questa piccola mancanza non cambia il mio giudizio su Brave e lo continuerò ad usare. Provate anche voi.