Home page di Mauro Frigerio

img_7451Nel documentario andato in onda domenica 2 febbraio, Il Giardino di Albert si è soffermato su di una tematica affascinante e cioè sull'intelligenza del miglior amico dell'uomo: il cane. Un'intelligenza fatta di mille sfaccettature e che colpisce perchè finalizzata soprattutto a capire i comportamenti dell'uomo e a interpretarli nel migliore dei modi.
(fonte)

Le notizie di questi giorni sul Cisalpino mi hanno fatto pensare parecchio. In italia é stata appena inaugurata l'alta velocità (salvo intoppi iniziali). Ma se Trenitalia é cosi impegnata con il suo mega rilancio, perché dovrebbe interessarsi di qualche treno che percorre un briciolo di chilometri delle sue linee? L'importanza di Cisalpino SA per Trenitalia si vede anche dalle piccole cose, come queste:
Ma c'è, in realtà, dell'altro: da Milano i treni che partono per la Svizzera sono come Cenerentola, arrivano per ultimo. In base alle priorità della Stazione centrale nella gestione del traffico ferroviario e dei ritardi, partono prima i treni diretti a Roma, poi quelli regionali e, da ultimo, quelli in direzione della Svizzera. Su questo punto, però, Treinitalia tace.
(Tratto da questo articolo)

Oggi giornata nevosa, a casa sono caduti dai 10 ai 20 cm.

Arrivato in stazione ho sentito un bel annuncio di un Cisalpino (direzione Milano) in ritardo di 30 minuti, che strano.

Grazie al nuovo orario delle FFS non posso sedermi su un treno e restarci su fino a Olten, mi tocca prendere un TILO. Mi porto sul binario 4 e con grande sorpresa mi trovo un bel ETR470 (sempre Cisalpino) fermo. Il controllore un po' incazzato perché sono fermi da un po', il macchinista non lo informa sul tipo di guasto. Un attimo dopo il pantografo si stacca e il treno resta al buio. Le guardie di frontiera fanno il controllo con le loro pile.

Un annuncio sugli altoparlanti ci dice che il nostro TILO non partirà dal binario 4 come da orario (anche perché occupato dal CIS), ma dal binario 8. Salito sul treno del latte parte un annuncio automatico: "Prossima fermata Como". Stupore generale sul treno, chi come me si era sistemato per bene tira assieme le cose di corsa. Era un falso allarme.

Cisalpino ha annunciato finalmente che al nuovo cambio d'orario di dicembre, non ci sarà nessun novo treno ETR-610. Quello che tutti sapevano mentre Cisalpino negava.

Purtroppo non vengono annunciate ancora le misure che verranno prese per evitare i problemi di fornitura. Le FFS e Cisalpino faranno una conferenza congiunta il 21 novembre. Vedremo...

Conosci le licenze Creative Commons? Scrivi testi, musica o produci video che vuoi condividire con i tuoi amici liberamente in internet? Vuoi lasciare la possibilità a tutti di utilizzare quello che hai fatto?

Allora devi conoscere le Creative Commons (CC)! Il modo più veloce e semplice é spiegarlo con un paio di video.



Quante volte avete ammirato il cielo di notte o avete visto la luna piena? Quante di queste volte vi é venuta in mente la mitica frase di Amstrong: "Questo é un piccolo passo per l'uomo, ma un grande passo per l'umanità".

Vista della Terra dalla luna

dsc00003Ieri é stata una giornata molto lunga e difficile. Partenza nel pomeriggio per andare a Milano all'università di veterinaria per fare alcuni esami, compresa una TAC. Grazie al GPS siamo arrivati puntuali e senza problemi.

Grazie alla burocrazia italiana ho dovuto fare un po' di qua e là tra alcuni "sportelli". Finalmente siamo (la Luna ed io) accettati alla prima visita. Dopo aver ripercorso tutta la vita della Luna con cose dette perché rilevanti dal punto di vista medicale, mentre altre cose mi sono passate solo per la testa per momenti che questo cane ci ha fatto passare. Alla visita sono presenti un 4-5 studenti di veterinaria che controllano il mostro terrorizzato, perché già non ama i veterinari e vedersene 4 che ti saltano addosso é quasi uno choc.

Introduzione

L'altro giorno leggendo un articolo su Punto Informatico dedicato a Ubuntu (ed Edubuntu) in alcune scuole italiane, mi é venuta voglia di scrivere una piccola guida per creare una classe di computer.

Prima di spiegare i dettagli voglio fare una piccola introduzione su Ubuntu linux. Ubuntu é un sistema operativo libero e gratuito, é un'ottima alternativa a Windows di Microsoft. Questo sistema operativo dispone della più vasta comunità di sviluppo e di aiuto, infatti su internet si può trovare aiuto in caso di problemi oppure trovare tanti programmi. Linux é un sistema operativo leggero, non servono computer ultra potenti per riuscire a lavorare. Esistono 4 versioni principali di Ubuntu:

  • Ubuntu (ambiente Gnome): la più usata. Dispone anche di un CD per delle prove, senza installare niente sul computer.
  • Kubuntu (ambiente KDE)
  • Edubuntu: Ubuntu per le scuole
  • Xubuntu: per i computer vecchi e molto vecchi

Vuoi saperne di più? Visita questa pagina e troverai maggiori informazioni.

Adesso concentriamoci sulla versione di Ubuntu per le scuole e creiamo un'aula computer per gli studenti.


Obbiettivo

Iniziamo la nostra "avventura" con un disegno per semplificare la comprensione:

Cosa vogliono dire tutti questi nomi strani?

  • Thin Client: thin in inglese equivale a sottile. Sono dei computer che servono solo per la visualizzazione dei programmi ed hanno in locale poca intelligenza. Questi PC non hanno un disco rigido con installato un sistema operativo. Possono essere dei vecchi computer che la gente non utilizza più e possono essere riciclati.
  • Switch/Hub: Serve per creare una piccola rete locale e collegare tutti i pc tra di loro. Purtroppo per il momento serve una rete cablata, per pc con la wireless bisogna installare il sistema operativo in locale.
  • Router/Firewall: Serve per collegarsi ad internet e il Firewall protegge la rete locale da attacchi. Il collegamento a internet non é indispensabile, é utile quando s'installa il tutto cosi da poter scaricare l'ultima versione di tutti i programmi.
  • Server Edubuntu: é il cuore di tutto il sistema. Se questo computer dopato (non dev'essere per forza un server professionale) non funziona tutta la rete é KO. Quindi é meglio investire le risorse nel allestire una macchina con un po' di prestazioni e stabilità. Un PC venduto adesso nei negozi che supporta Vista (2Gb di RAM) é in grado di gestire alla grande una rete con una decina di thin client. Tutto sommato l'investimento non é esorbitante. Nel disegno il server possiede due schede di rete (Network Card) per separare il traffico internet da quello locale. Nei miei test casalinghi ho usato un vecchio portatile con 512Mb di RAM e un processore Centrino da 1.7GHz e una sola scheda di rete.
Edubuntu é installabile in modo locale su tutti i computer x86, 64bit e anche su PowerPC (Apple Mac). L'obbiettivo di questa guida però é quello di creare un'installazione server-client, quindi passiamo al prossimo passo!

Scaricare e Installare

Abbiamo detto che Ubuntu é libero e gratuito, quindi niente grandi spese di licenze per software e sistema operativo.

Come primo passo dobbiamo scaricare il sistema operativo di base e tutti i programmi per Edubuntu. Non preoccupatevi sono solo 2 CD.

  • Scaricare il CD di Ubuntu 8.04 (Alternate) da questo indirizzo.
  • Scaricare il CD di addons per Edubuntu 8.04 da questo indirizzo.
  • Masterizzare su CD, se non sai come fare guarda qui.
  • Collegare il server alla rete accenderlo e inserite il primo CD.
  • Attenzione: per riuscire ad installare Ubuntu configurare l'avvio da CD (Boot from CD-ROM, opzione nel BIOS oppure tasti di scelta all'avvio). Sul mio Portatile Toshiba devo premere F12 all'avvio.
  • Scegliete la lingua.
  • Premete F4 e scegliete "Installa un server LTSP", premete ENTER. Premete ancora ENTER su "Installa Ubuntu"
  • Segliete il paese.
  • Se il vostro computer o portatile ha 2 schede di rete vi viene chiesto di scegliere la scheda di rete principale. Nel caso del portatile vi consiglio di non scegliere la scheda wireless.
  • Date un nome al vostro server, per esempio edubu.
  • Adesso vi chiede su quale disco volete installare il sistema operativo, vi consiglio di scegliere l'opzione "Guidato - usa l'intero disco" se il computer é dedicato. Poi ditegli di partizionare il disco.
  • Inserite le informazioni per il quasi amministratore.
  • Vi verrà ora richiesto di immettere un proxy. Se state eseguendo un test nella vostra rete domestica, oppure la vostra rete é piccola normalmente non c'é un server proxy configurato. Quindi potete schiacciare ENTER e continuare senza inserire niente.
  • La prossima schermata che vi uscirà vi chiederà se scaricare il supporto alle lingue (se avete scelto inglese la cosa non vi tocca). Se avete un collegamento ad internet ditegli di si.
  • Dopo aver scaricato tutti i pacchetti e creato i file necessari per i Thin Client é giunto il momento di riavviare il computer. Il primo grande passo dell'installazione é terminato.
  • A questo avvio apparirà una schermata di Ubuntu, effettuate il login con il nome utente creato in precedenza.
  • Ora potete inserire il secondo CD, addons per Edubuntu. Al suo inserimento apparirà una finestra, cliccate su "Avvia installazione suplemento". Dovete inserire ancora la vostra password per sicurezza.
  • Nello spazio "cerca" scrivete "edubuntu" e selezionate la casella vicino a "Edubuntu Desktop". Ora confermate con "Applica modifiche" e aspettate il termine dell'installazione.
  • Terminata l'installazione dei pacchetti, riavviate il sistema (bottone in alto a destra. A questo riavvio appare la scritta Edubuntu e non più Ubuntu.
  • Eseguite il login. Complimenti avente installato il server Edubuntu!

Il sistema ora é funzionante potete sperimentare i vari giochi didattici e tutti i programmi forniti nell'installazione di base. In più potete aggiungerne di nuovi tramite Applicazioni > Aggiungi/Rimuovi.


Thin Client

Adesso che il server é pronto possiamo provare a testare i Thin Client. Per fare questo ci serve un altro computer, non molto potente. Se il computer é abbastanza recente configurate bisogna configurare nel BIOS l'avvio tramite la rete (Boot Network). All'avvia il computer scarica il sistema operativo dal server e poi potete eseguire il login come sul server.

Se il computer é un po' vecchiotto si può scaricare un immagine da masterizzare su cd ed eseguire il boot da cd-rom. non sono riuscito a provarlo perché non ho per casa dei PC molto vecchi, il programma per eseguire questi CD si può scaricare da qui.

Sul mio portatile visto che ho 2 schede di rete (una wireless e una cavo) e durante l'installazione ho detto che quella collegata a internet é quella via cavo, l'installazione configura la wireless come rete per tutti i Thin Client. Per risolvere l'inghippo basta andare su Applicazioni > Accessori > Terminale, questo é il "DOS" di linux. Digitate "sudo gedit /etc/ltsp/dhcpd.conf", modificate le informazioni della rete con i vostri dati. Io devo sostituire tutti i "192.168.0" con "192.168.1" sfruttando l'opzione sostituisci. Adesso dobbiamo riavviare il servizio con: "sudo /etc/init.d/dhcp3-server restart". Adesso é tutto funzionante.

 

Thin Client Manager

Volete gestire e vedere i client collegati al vostro server? Semplice installate il Thin Client Manager (TCM), come? Vai su Sistema > Amministrazione > Gestore pacchetti Synaptic eseguite la ricerca con le parole: "thin client". Scegliete il pacchetto "thin-client-manager-gnome" e installatelo. Dovete riavviare la sessione o il computer. Ora avete a disposizione questo magnifico tool sotto Sistema > Amministrazione > Thin Client Manager.


Conclusioni

Ubuntu Linux é un sistema molto potente e sicuro. Edubuntu in più fornisce un ottimo appoggio per le scuole. Non solo é gratuito e fornisce moltissimi programmi aggiuntivi, sempre gratuiti. La versatilità del sistema permette anche di creare un CD per tutti gli allievi.

Lo utilizzo da un paio d'anni e sono veramente contento delle opportunità e della sicurezza. Lo consiglierei a tutti quelli che sono stufi di Windows e non solo.

Cos'é Ubuntu? Meglio Vista o Ubuntu? Gustati questo video e poi ne parliamo.

 



Vuoi cambiare? Allora scarica il cd di Ubuntu, puoi provare il sistema operativo senza installarlo!

Fotografie

Ultimi album aggiunti

Twitter