Home page di Mauro Frigerio

scritto per www.curlingclubchiasso.ch

Grandi festeggiamenti sabato 25 marzo alla pista del ghiaccio di Chiasso. Due società del comune hanno celebrato assieme il 50mo anno di sport a Chiasso. Il Curling Club Chiasso e il Club Pattinaggio Chiasso hanno dedicato una giornata a spegnere le candeline. Prima parte di giornata dedicata al curling con un torneo che ha visto 10 squadre sfidarsi in tre partite da 6 end. Tra i partecipanti alcuni giovani membri della società al loro primo anno d'esperienza. Ospiti anche delle squadre di Lugano ed Ascona che hanno raggiunto Chiasso carichi di Spirit of Curling (principi fondamentali per questo sport).

Una volta si toglievano le vecchie bobine dagli scatoloni per riguardare i filmati di una volta e pensare quanto tempo è passato. Adesso è un po' difficile farlo perché con l'era digitale difficilmente si mettono dischi rigidi negli scatoloni. Ogni tanto però i file possono essere riguardati ed è quello che mi è capitato. Così vi propongo alcuni vecchi video che ho ritrovato.

Buona visione! Non dimenticate di preparare prima i pop corn.

Mi sono ritrovato in una situazione particolare, il mio GPS per il Geocaching non riusciva più ad avvarsi e restava bloccato nel caricare i dati. Quindi ho provato a cercare in lungo e in largo su Google come fare il factor reset del Garmin etrex touch 35. Ma tutti i risultati riportavano la procedura software quando il menu è raggiungibile. Nel mio caso questa procedura è assolutamente inutile, perché il menu non si carica. Ho provato anche ad aggiornare il software con Garmin Express, ma dopo più di un'ora di aggiornamento nessun cambiamento.

Dopo una live chat (in inglese) con l'assistenza della Garmin sono riuscito a ripristinare il tutto. Come? Con un factory reset un po' nascosto e che descrivo qui sotto. Così se mi servirà in futuro so come fare.

Pubblico regolarmente dei video sul mio sito e ho installato un plugin per integrare velocemente un player negli articoli di Joomla. Il plugin si chiama AllVideos e integra il famoso jw player. Il grosso problema della versione del plugin scaricata dal sito dello sviluppatore, è che contiene una vecchia versione del player e questa versione causa spesso problemi con la visualizzazione. In particolare su schermi molto piccoli appare il logo di JW player che occupa quasi tutta la finestra del video e quando si prova a far partire il video si apre un altro sito internet.

Il metodo che ho usato per sistemare questo problema è quello semplice di aggiornare la versione di jw player, così automaticamente sparisce anche il logo dalla schermata del video. Come fare? Prima di tutto ci si deve registrare (gratuita). Quando si è completata la registrazione basta andare nel dashboard e aprire la pagina Player > Tools. Nella parte bassa della pagina appare un riquadro download, scaricare "JW Player (Self-Hosted)" e marcarsi la chiave di licenza.

Lunedì 13 febbraio è andata in onda la sfida tra il CCC e la trasmissione televisiva #celapossofare, programma della RSI che va in onda tutti i lunedì alle 20:10 su RSI LA 2. I due presentatori hanno sfidato Stefania e Mauro, quest'ultimo ideatore del challenge.

Dopo una breve introduzione ai fondamenti del curling (slide, sweeping) è iniziata la sfida vera e propria, oltre a quella di stare in piedi sul ghiaccio. La gara prevedeva una prova tra due squadre da due giocatori che si affrontavano in una mini partita da un solo end e due sassi per giocatore. L'hammer è stato concesso agli ospiti e quindi non si è fatto nessun lancio della moneta. Il team del CCC era rappresentato da Stefania e Mauro, mentre quello della RSI era formato da Caterina Righenzi e Edy Pedrini, i due presentatori della trasmissione.

Molte persone mi credono un grande sportivo, ma io in realtà non lo sono mai stato e questo i miei genitori lo possono confermare. Da giovane ho praticato quasi tutti gli sport praticabili a Vacallo e dintorni. La mia prima esperienza dopo le biglie è stata con il basket, praticato da quasi la totalità dei miei vicini. Carriera durata pochissimi anni, visto che lo sgomitare contro l’avversario per accaparrasi la palla non era di sicuro il mio punto di forza.

Passato alla sezione atletica della SAV ho messo in evidenza più che altro l’aspetto creativo, quando il monitore ci dava il via libera per tirare fuori il materiale dal magazzino della palestra per creare un percorso da eseguire in seguito. Durante le gare invece le sentivo dai miei (se venivano a vedermi), “ma perché ti sei fatto superare da quello svizzero tedesco?” e dopo aver ricuperato il fiato ho dovuto spiegare che l’altro aveva tagliato strada.

Ma il meglio di me l’ho dato durante una corsa campestre, aneddoto sempre rievocato in famiglia quando si parla della mia carriera sportiva. Il mio allenatore mi aveva detto che appena dopo la partenza alla prima curva si doveva sgomitare un po’ per non restare imbottigliato alla fine del gruppo. Naturalmente il consiglio non è stato seguito e quindi dopo pochi secondi di gara il mio rango alla fine della corsa era abbastanza chiaro, almeno per la parte di classifica occupata. Il meglio della storia però arriva a fine gara, quando ho parlato un po’ troppo e ho detto ai miei (dopo alcuni chilometri di corsa): “non sono neanche stanco, potrei correre un altro giro”. La scena dei cartoni animati dove uno è rincorso da un altro non c’è stata, ma mio papà se poteva mi sotterrava lì.

Weekend impressionante quello appena passato. Sabato giornata tremenda con acqua a più non posso e solo alcune schiarite verso sera. Mentre domenica giornata di sole senza neanche una nuvola e dopo un risveglio un po' umido e fresco la giornata si é scaldata come le castagne nelle padelle. Il 16 ottobre si è tenuta la sagra della castagna a Vacallo. Questo non é un appuntamento fisso annuale per Vacallo, perché questa manifestazione migra di anno in anno per i vari paesi della valle. Infatti l'ultima edizione a vacallo si é tenuta nel 2006.

Quest'anno ho potuto girare per la festa con la mia macchina fotografica e la gopro a fare qualche foto e video. In questo video ho raccolto alcuni momenti della giornata. Buona visione.

Molti anni fa mentre eravamo un giro in montagna con degli amici sulla Greina, abbiamo scoperto uno strano gioco di scatole nascoste. Poi non ho più approfondito la cosa fino a quest'anno, quando ho deciso di provare a installare l'applicazione sul mio telefono. Ma cosa ho installato? Si chiama Geocaching ed è una caccia al tesoro mondiale che sfrutta il GPS. Si può usare l'app sul telefono, oppure utilizzando un apparecchio GPS. Con questi mezzi si cercano vari tipi di tesori sparsi per tutto il mondo.

I tesori da cercare sono di differenti tipi, i traditional sono delle scatole nascoste alle coordinate indicate. All'interno della scatola si può trovare un libretto o foglio (logbook) da firmare per confermare l'effettivo ritrovamento. Fino a qui sembra tutto molto semplice, però in realtà non lo é perché le "scatole" da cercare possono essere grandi come dei tappi di bottiglia. Aggiunto al fatto che la precisione dei telefonini o dei GPS varia da 3 a 12 metri (di raggio), quindi una volta individuata la zona con le coordinate si deve mollare il telefono e far partire la testa per trovare l'obbiettivo. Alcuni indizi nella descrizione fornita devo essere a volto decriptati e compresi per velocizzare il ritrovamento.

Giornata di ricordi e di sport a Sportissima 2016. Ricordi perché 5 anni fa ho scoperto (in Ticino) il curling e mi sono appassionato a questo sport. È stato bello far provare a tante persone le sensazioni strane che si provano a scivolare sul ghiaccio. Naturalmente le cadute non sono mancate, ma i blu fanno parte delle prime esperienze. Ho voluto filmare anche quest'anno chi si é messo a disposizione e chi ha provato. Quindi non mi resta che augurarvi buona visione.

Ho già rotto le scatole a tutti quelli che mi stanno vicino raccontando di tutto su curling. Sono anche riuscito a potare i miei colleghi a fare un prova. Io non sono mai stato un grande sportivo, ma questa disciplina mi sta prendendo per vari aspetti che non sto qui ad elencare. Questo sport mi occupa anche nel tempo libero, quindi: quando non lavoro o quando non sono sul ghiaccio. Ultimamente ho avuto qualche problema nel regolarità nella velocità nel lancio dei sassi. Troppo corto o troppo lungo e questo mi ha spinto a realizzare un cronometro per misurare il tempo di uno slide.

Progetto

Obiettivo: realizzare un cronometro per misurare il tempo da backline oppure teeline fino alla hogline, il risultato poi deve essere visualizzato su un display. Nello sviluppo poi ho aggiunto anche un app per il cellulare per visualizzare le stesse informazioni del display. Ho realizzato il mio cronometro creando un modulo per le fotocellule (ne servono due) e un modulo per il display. Quest'ultimo é ancora da definire se utile e debba restare in futuro, prima devo fare delle prove sul campo.

Ho lottato ultimamente con alcuni modulo del co di Joomla. Mi sono accorto di un problema con il modulo dei Tag popolari presente sulla pagina principale del mio sito. Cliccando su uno dei Tag proposti, si apriva una pagina bianca. Non sono riuscito a trovare il vero motivo (sto ancora analizzando), però ho trovato una soluzione temporanea che permette di non perdere posizioni nel rango dei motori di ricerca. 

Sembra che il problema sia dovuto al sistema di Joomla che non riesce ad interpretare l'indirizzo creato per ogni Tag. Quindi ho creato un menù con tutti i Tag. Ho sfruttato una finestra nascosta per non complicare la visualizzazione del sito. Questo trucco crea un link migliore per i vari Tag e credo che possa migliorare anche la graduatoria nel motori di ricerca.

Magari nelle prossime versioni il problema verrà risolto, comunque se trovo una soluzione più elegante aggiornerò l'articolo.


 Aggiornamento del 22.12.2015

Pubblicare automaticamente articoli di Joomla su Facebook permette di aumentare la visibilità del proprio sito. Fare la pubblicazione manualmente a volte ci si scorda di qualcosa, oppure  si pubblicano tutti gli articoli per la fretta del momento. Questo articolo (e anche questo) è un aggiornamento di questo articolo scritto in precedenza.

Come avevo suggerito nei vecchi articoli, si poteva utilizzare l'applicazione RSS Graffiti. Questa applicazione é stata chiusa perché non generava abbastanza profitti. Quindi sono dovuto passare ad un'alternativa, la ricerca ha dato come risultato: dlvr.it. Questo sito permette di incrociare il fusso come si vuole e di pubblicare su i maggiori social network contemporaneamente. L'input può arrivare da dei feed RSS, oppure da un email. Io sfrutto l'opzione RSS.

Fotografie

Ultimi album aggiunti

Twitter